http://www.serena.unina.it/index.php/dperonline/issue/feed Diritto Pubblico Europeo - Rassegna online 2022-11-25T19:06:11+00:00 Andrea Patroni Griffi andrea.patronigriffi@unicampania.it Open Journal Systems <p><em>Diritto Pubblico Europeo – Rassegna online</em> (DPERonline) è una rivista scientifica di area giuridica, dedicata allo studio di temi di Diritto pubblico di respiro europeo i cui fascicoli sono pubblicati con cadenza semestrale e con la possibilità di pubblicazione di numeri speciali (special Issues)</p> <p>&nbsp;</p> http://www.serena.unina.it/index.php/dperonline/article/view/9475 Giornata di studi per i venti anni della Rassegna di diritto pubblico europeo, ESI 2022-10-31T18:59:34+00:00 Alberto Lucarelli girardimariachiara@gmail.com Lorenzo Chieffi girardimariachiara@gmail.com Andrea Patroni Griffi girardimariachiara@gmail.com <p><em>“Le dimensioni del diritto costituzionale europeo tra integrazione e sovranismi”</em>.<br>Giornata di studi per i venti anni della <em>Rassegna di diritto pubblico europeo, ESI, </em>18 novembre 2022.<br>Fondazione Banco di Napoli, via dei Tribunali, 213, Napoli.</p> 2022-10-31T09:35:02+00:00 ##submission.copyrightStatement## http://www.serena.unina.it/index.php/dperonline/article/view/9352 Le cadre juridique des biobanques et les limites du consentement informé 2022-07-30T18:48:13+00:00 Clara Tuccillo girardimariachiara@gmail.com <p>Ce travail examine les biobanques et le cadre juridique qui les entoure. Après avoir brièvement décrit la structure en question, ainsi que les données génétiques qui la peuplent, l'auteur poursuit avec une étude approfondie du soi-disant consentement éclairé. Ainsi, il vise à étudier un problème lié au processus d'analyse et d'évaluation des études expérimentales et observationnelles afin d'éliminer tous les problèmes et risques critiques découlant du non-respect du paysage réglementaire déchiqueté et complexe. En particulier, il est fonctionnel de rechercher des lignes directrices pour l'utilisation appropriée des données de santé et génétiques dans le cadre d'études épidémiologiques, scientifiques et d'observation. La question qui se pose concerne le consentement éclairé pour les échantillons biologiques conservés dans les biobanques collectées, non pas en fonction d'un projet de recherche unique, mais en vue d'un nombre indéfini de recherches futures. Il est clair qu'il est nécessaire de clarifier davantage la question et de disposer d'une législation spécifique capable de surmonter les rigidités et de faciliter l'utilisation de ces précieux outils.</p> 2022-07-29T22:13:27+00:00 ##submission.copyrightStatement## http://www.serena.unina.it/index.php/dperonline/article/view/9409 PNRR ed enti territoriali: in particolare, le sfide allo sviluppo per le grandi città metropolitane 2022-09-22T18:53:19+00:00 Giacomo Palombino girardimariachiara@gmail.com <p>Il presente lavoro si propone di indagare il ruolo che Regioni ed enti territoriali sono chiamati a svolgere dinanzi alle sfide del Next Generation EU e del PNRR. Infatti, nonostante questi soggetti sembrino essere stati esclusi dai tavoli decisionali che hanno portato alla formulazione delle politiche di ripresa, emerge come gli stessi siano chiamati a svolgere la decisiva funzione di attuatori degli obiettivi individuati, sia a livello europeo che nazionale. In questa prospettiva, un ruolo di grande interesse sembra spettare alle grandi Città metropolitane, in funzione del perseguimento di obiettivi di interesse nazionale che l’ordinamento affida loro.</p> 2022-09-22T17:32:06+00:00 ##submission.copyrightStatement## http://www.serena.unina.it/index.php/dperonline/article/view/9527 La transizione ecologica nel PNRR tra climate tagging e do not harm 2022-11-16T12:47:33+00:00 Pier Luigi Petrillo girardimariachiara@gmail.com Alessandro Zagarella girardimariachiara@gmail.com <p>Il dispositivo di ripresa e resilienza rappresenta non solo uno dei pilastri di sostegno finanziario dell’Unione europea per promuovere la crescita dell’economia europea a seguito degli effetti della pandemia da covid-19 ma soprattutto un tentativo di orientare la ripresa su obiettivi forti di ambizione climatica e ambientale. Il rispetto del green tagging e del principio do not significant harm rappresentano gli strumenti normativi utili a incanalare i Piani di ripresa e resilienza nazionali ad immaginare una riforma verde delle proprie economie: in Italia, tuttavia, la declinazione di tale prospettiva sembra scontare le difficoltà intrinseche del nostro ordinamento e di scelte di policy che sembrerebbero rendere nei fatti faticosa la programmazione delle risorse.</p> 2022-11-15T00:00:00+00:00 ##submission.copyrightStatement## http://www.serena.unina.it/index.php/dperonline/article/view/9544 Il rendimento della forma di governo regionale al cospetto della pandemia 2022-11-25T19:06:11+00:00 Virgilia Fogliame girardimariachiara@gmail.com <p>L’indagine tenta di mettere in evidenza le diffuse criticità emergenti nel rapporto centro-periferia in relazione alle diverse fasi della stagione emergenziale, rilevando come i diffusi eccessi di ruolo da parte delle Regioni abbiano prodotto rimarchevoli disfunzioni che si sono declinate in inevitabili asimmetrie operative e decisionali tra i diversi livelli di governo, determinando un vero e proprio cortocircuito istituzionale e una vistosa compressione del principio di leale cooperazione.</p> 2022-11-25T13:24:23+00:00 ##submission.copyrightStatement## http://www.serena.unina.it/index.php/dperonline/article/view/9387 Bioetica e complessità. In ricordo di Giovanni Chieffi 2022-09-22T17:07:06+00:00 Giuseppe Lissa girardimariachiara@gmail.com <p>Che il termine bioetica fosse stato introdotto con l’uscita del libro di Van Resselaer Potter &nbsp;intitolato Bioethics: a bridge to the future (nel 1970), lo sappiamo tutti, e tutti altrettanto &nbsp;sappiamo che la “nascita della bioetica affonda le sue radici ideologiche nelle rovine della &nbsp;II guerra mondiale” e in modo particolare nell’orrore di Auschwitz, dove la tragica follia del fascismo e del nazismo spinse la medicina a inoltrarsi in un abisso di tenebre nel quale andò incontro al momento di smarrimento e di degrado più alto di tutta la sua storia.</p> 2022-09-09T00:00:00+00:00 ##submission.copyrightStatement## http://www.serena.unina.it/index.php/dperonline/article/view/9403 Un'Unione che è forte solo se unita. Discorso della Presidente von der Leyen sullo stato dell'Unione 2022 2022-09-18T18:53:18+00:00 Ursula von der Leyen girardimariachiara@gmail.com <p>Signora Presidente, onorevoli deputate, onorevoli deputati, concittadine e concittadini europei, mai prima d'ora questo Parlamento si è trovato a discutere lo stato della nostra Unione mentre sul suolo europeo infuriava la guerra. Ricordiamo tutti quella fatidica mattina di fine febbraio. In tutta l'Unione gli europei si sono svegliati sconcertati da quello che vedevano, scossi dal riaffacciarsi del volto spietato del male, atterriti dal suono delle sirene e dalla brutalità assoluta della guerra. Ma da quel momento un intero continente si è unito all'insegna della solidarietà. Ai valichi di frontiera dove hanno trovato riparo i rifugiati, nelle strade che si sono riempite di bandiere ucraine, nelle aule in cui bambine e bambini ucraini hanno stretto nuove amicizie. Da quel momento gli europei non si sono tirati indietro né hanno esitato. Hanno trovato il coraggio di fare la cosa giusta. Da quel momento l'Unione si è prodigata collettivamente dimostrandosi all'altezza della situazione. Quindici anni fa, durante la crisi finanziaria, ci sono voluti anni per giungere a soluzioni durature. Dieci anni dopo, allo scoppio della pandemia, sono bastate poche settimane. Quest'anno, non appena le truppe russe hanno varcato il confine con l'Ucraina, la nostra risposta è stata unanime, decisa e immediata. Dovremmo andarne fieri.</p> 2022-09-18T16:03:55+00:00 ##submission.copyrightStatement## http://www.serena.unina.it/index.php/dperonline/article/view/9465 Costituzioni, diritti e giudici nello scenario dell'integrazione europea (Università di Napoli Federico II – 12 ottobre 2022) 2022-10-21T18:58:52+00:00 Filippo Patroni Griffi girardimariachiara@gmail.com <p>“Ogni società ha una costituzione. È come dire che ogni vertebrato ha la colonna vertebrale”. La Costituzione, quindi, rappresenta i tratti somatici di uno Stato, i valori e lo spirito di una comunità. Questo giustifica oggi una riflessione sulla Costituzione, che è anche un viaggio nella nostra comunità. La comunità è retta da regole, che attengono alla “carne viva della società” (P. Grossi). E – come vedremo – le regole che governano la convivenza si fondano in primo luogo sulla “dignità riconosciuta”, assunta ad assioma (secondo il suo etimo greco: axios). Se le regole non ci sono, non vi è convivenza; se le regole che ci sono, se la dignità, vengono violate, la società ne esce dunque scarnificata.</p> 2022-10-21T14:23:11+00:00 ##submission.copyrightStatement## http://www.serena.unina.it/index.php/dperonline/article/view/9530 Il dovere al documento e le desecretazioni della XVIII legislatura 2022-11-17T19:02:58+00:00 Giampiero Buonomo girardimariachiara@gmail.com <p>Il dovere al documento – l’imperativo di custodia e tutela delle carte storiche, che la risoluzione 2382(2021) dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa lega al diritto alla conoscenza dei cittadini – astringe tutti coloro che svolgono funzioni pubbliche: gli archivi storici (ed i loro contenuti) fanno parte infatti a pieno titolo della definizione di beni culturali, di cui al decreto legislativo n. 42 del 2004. Il cosiddetto codice Urbani – che reca questa importante statuizione, correlata al principio di non discriminazione nell’accesso – procede senza eccettuare gli archivi in deroga, cioè quelli autorizzati ad essere mantenuti presso l’Ente originatore (la struttura amministrativa che ha prodotto le carte): si tratta degli archivi degli organi costituzionali ma anche di quelli del Ministero per gli affari esteri e degli Stati maggiori dell'esercito, della marina e dell'aeronautica (per quanto attiene la documentazione di carattere militare e operativo); ai sensi dell’art. 10, legge 3 agosto 2007, n. 124, vi rientrano anche quelli dei Servizi di informazione e sicurezza, sia pure con un regime speciale dettato da uno speciale regolamento di attuazione «da cui consegue, di fatto, l'inibizione all'accesso e alla consultazione di atti e documenti fondamentali per la ricostruzione delle vicende storiche italiane».</p> 2022-11-17T17:18:40+00:00 ##submission.copyrightStatement## http://www.serena.unina.it/index.php/dperonline/article/view/9437 Riflessioni e nodi problematici dell’ufficio per il processo 2022-10-10T18:55:49+00:00 Alberto Barbazza girardimariachiara@gmail.com <p>Il contributo ripercorre l’iter genetico delle strutture organizzative denominate ufficio per il processo che hanno comportato l’introduzione di una nuova e peculiare figura all’interno del panorama dei professionisti del settore giustizia: l’addetto all’ufficio per il processo. Sorto con la specifica finalità di assicurare la celere definizione dei procedimenti giudiziari e di riduzione dell’arretrato, si rifletterà sull’effettivo impiego di queste nuove risorse, fornendo alcune valutazioni in merito ai benefici che sono (e saranno) in grado di apportare al sistema giudiziario italiano</p> 2022-10-09T20:30:51+00:00 ##submission.copyrightStatement##