Eikonocity. Storia e Iconografia delle Città e dei Siti Europei http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity <p style="margin: 4pt 0cm 9pt; line-height: normal;"><strong><span style="color: #e36c30; font-family: 'Myriad Pro',serif; font-size: 33pt;">C</span></strong><strong><span style="font-family: 'Myriad Pro',serif; font-size: 16pt;">ALL FOR PAPERS - EIKONOCITY&nbsp;1 | 2022 | ISSN 2499-1422</span></strong></p> <p style="margin: 4pt 0cm 9pt; line-height: normal;"><strong><span style="font-family: 'Myriad Pro',serif; font-size: 16pt;"><strong><span style="font-family: 'Myriad Pro',serif; font-size: 10pt;">Termine ultimo per l’invio delle proposte 15/11/2021</span></strong></span></strong></p> <p>La rivista raccoglie studi e ricerche in materia di Iconografia e Cartografia storica urbana e Immagine del Paesaggio di ambito italiano ed europeo, promossi dal Centro Interdipartimentale di Ricerca sull’Iconografia della Città Europea dell’Università Fridericiana ed è anche organo dell’Associazione culturale Eikonocity. Tali studi rispettano le linee guida ministeriali per i diversi ambiti disciplinari che la rivista racchiude. Gli argomenti trattati si allineano con le direttive delle comunità scientifiche e delle pubbliche istituzioni in ambito nazionale e internazionale.&nbsp;<a href="https://doaj.org/search?source=%7B%22query%22%3A%20%7B%22filtered%22%3A%20%7B%22filter%22%3A%20%7B%22bool%22%3A%20%7B%22must%22%3A%20%5B%7B%22term%22%3A%20%7B%22_type%22%3A%20%22journal%22%7D%7D%5D%7D%7D%2C%20%22query%22%3A%20%7B%22query_string%22%3A%20%7B%22query%22%3A%20%22eikonocity%22%2C%20%22default_operator%22%3A%20%22AND%22%7D%7D%7D%7D%7D#.WoavuEmouUk" target="_blank" rel="noopener"><span lang="EN-US" style="font-family: 'Myriad Pro',serif; font-size: 13pt; mso-fareast-font-family: 'Arial Unicode MS'; mso-ansi-language: EN-US; mso-fareast-language: EN-US; mso-bidi-font-family: 'Times New Roman'; mso-bidi-language: AR-SA;">La rivista è inclusa in DOAJ - Directory of Open Access Journals </span></a></p> <p>&nbsp;</p> it-IT <p>Eikonocity&nbsp;pubblica in internet, ad accesso aperto, con licenza: </p> <table width="100%"> <tbody> <tr> <td width="82"> <p style="margin-top: 0px; margin-bottom: 0px;"><img width="80" height="15" alt="cc-by-80x15_80" src="http://www.serena.unina.it/public/site/images/admin/cc-by-80x15_80.png"></p> </td> <td><em><a href="http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/" target="_blank" rel="noopener">CCPL Creative Commons Attribuzione 4.0</a></em></td> </tr> </tbody> </table> <p>L'autore conserva il copyright sul suo contributo, consentendo tuttavia a chiunque "di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare l'opera", purché siano correttamente citati l'autore e il titolo della rivista. L’autore, al momento della proposta di pubblicazione, è inoltre tenuto a dichiarare che il contenuto e l’organizzazione dell’opera è originale e non compromette in alcun modo i diritti di terzi, né gli obblighi connessi alla salvaguardia di diritti morali ed economici di altri autori o di altri aventi diritto, sia per testi, immagini, foto, tabelle, sia per altre parti di cui il contributo può essere composto. L’autore dichiara altresì di essere a conoscenza delle sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali per l’ipotesi di falsità in atti ed uso di atti falsi, e che pertanto&nbsp;Eikonocity è esente da qualsiasi responsabilità di qualsivoglia natura, civile, amministrativa o penale, e sarà dall'autore tenuta indenne da qualsiasi richiesta o rivendicazione da parte di terzi.</p> buccaro@unina.it (Alfredo Buccaro) mipascar@unina.it (Maria Ines Pascariello) Sat, 31 Jul 2021 11:25:57 +0000 OJS 2.4.8.0 http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss 60 EIKONOCITY, 2021 - ANNO VI, N. 1 http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/8275 <p>EIKONOCITY, 2021 - ANNO VI, N. 1</p> ##submission.copyrightStatement## http://creativecommons.org/licenses/by/4.0 http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/8275 Fri, 30 Jul 2021 00:00:00 +0000 La città e il valore dei segni condivisi dell’immagine storica urbana http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/8268 <p>Editoriale</p> Alfredo Buccaro ##submission.copyrightStatement## http://creativecommons.org/licenses/by/4.0 http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/8268 Fri, 30 Jul 2021 15:50:47 +0000 Pursuing the Perspective. Conflicts and Accidents in the Gran Palazzo degli Eccellentissimi Borghesi a Ripetta http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/6156 <p>Historical architecture can be a faithful image of the human and environmental forces that shape the society and territory. Palazzo Borghese a Ripetta is a fascinating example of how architecture can be distilled over centuries of projects and repentances, of additions and transformations driven by changing and contradictory political and economic interests. At the beginning of the 17th century, the building and the site around it became a sort of battlefield between renovation and conservation forces, eventually producing an irregular, strange cembalo-shape palace which is here described as a sort of evolution of the Palatium model where the reassuring axial transparency of perspective is replaced by a polycentric montage of events connected by an architectural promenade. This article aims to reconstruct a crucial phase of this conflict, when the idea of a regular Renaissance palace, depicted in two frescoes at the Vatican and still pursued in a design plan preserved in Vienna, was gradually abandoned to empirically respond to all the demands dictated by political and economic contingencies mainly through a policy of acquisition and transformation of urban neighbors.</p> Fabio Colonnese ##submission.copyrightStatement## http://creativecommons.org/licenses/by/4.0 http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/6156 Fri, 30 Jul 2021 00:00:00 +0000 The journey through Spain of John Synge and three views of Toledo in 1813 http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/7710 <p>Nel 1812 l'irlandese John Henry Synge si unì alla lista dei viaggiatori britannici che fecero il Grand Tour. Durante la sua esperienza continentale in Spagna, Portogallo e Italia scrisse un diario di percorso e completa cinque quaderni di disegni. Il manoscritto intitolato <em>Views in Spain</em> include tre vedute di Toledo del 1813 che contengono monumenti iconici della città. Questo articolo si concentra sullo studio di questi acquarelli, preceduto da un'introduzione al viaggio europeo, specialmente l'itinerario ispanico.</p> Francisco Javier Novo Sánchez ##submission.copyrightStatement## http://creativecommons.org/licenses/by/4.0 http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/7710 Fri, 30 Jul 2021 00:00:00 +0000 Permanenza di un tòpos iconografico, da paesaggio romantico a paesaggio abbandonato: il vallone dei Mulini a Sorrento http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/7914 <p>La bellezza paesaggistica del Vallone dei Mulini di Sorrento ha alimentato l’immaginario di tutta l’Europa e contribuito alla fortuna turistica della città.</p> <p>Fino al Settecento i valloni erano definiti come le «profonde fosse», che circondavano e difendevano la città, ma è dai primi anni dell’Ottocento che iniziano a diventare paesaggio, venendo inserito tra le attrazioni di Sorrento da Hackert e Turpin de Crissé.</p> <p>Il contributo vuole analizzare l’interesse che il Vallone dei Mulini ha suscitato nei viaggiatori europei e la fortuna iconografica che ne è derivata, in vedute, dipinti, incisioni, litografie e fotografie, fino ad essere reinterpretato dagli artisti e personalità del mondo della cultura contemporanei, divenendo ispirazione di intarsi e presepi.</p> Alessandra Veropalumbo ##submission.copyrightStatement## http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/7914 Fri, 30 Jul 2021 00:00:00 +0000 The Anglo-Saxon Preference toward High-rise Buildings inspired by Italian Medieval Towers between the 19th and 20th Centuries http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/7573 <p>Between the 19th and 20th centuries, the architecture of city halls often chose to incorporate a tower, as a symbol of administrative power, while towers of commercial buildings indicated financial power. Fire stations had a tower suitable for watching over the city and railway stations or universities had clock towers. Anglo-Saxon architects designed towers inspired by Italian medieval examples, while many British shafts and chimneys imitated Italian bell towers and the first American skyscrapers were also inspired by the aforementioned Italian towers.</p> Ewa Kawamura ##submission.copyrightStatement## http://creativecommons.org/licenses/by/4.0 http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/7573 Fri, 30 Jul 2021 20:03:42 +0000 Raccordare Napoli con una linea obliqua: il segno che inventò l’idea http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/7866 <p><em>La città obliqua</em> è un progetto pilota che nacque negli anni ‘80 dal genio di un architetto napoletano, urbanista, grande appassionato di musica e della città, che offrì alla comunità un programma di sviluppo strutturato e organico, supportato da indagini approfondite e dal censimento di brani urbani dimenticati; assunse, anche, valore iconico e di riconoscibilità di una tendenza culturale maturatasi in quegli anni nell’ambito della Facoltà di Architettura, tant’è che il progetto fu &nbsp;messo in note da un suo allievo, famoso cantautore, che ne fece un brano musicale. L’idea progettuale anticipò, in una dimensione futuribile, ciò che molti anni dopo - e ancora oggi - forma materia di dibattito sia in ambito scientifico che sociale. Il progetto prevede il recupero di percorsi arcaici affiancati a mezzi di risalita, oggi definibili sostenibili, all’epoca connotati da elevata tecnologia ad emissioni ed impatto ridotto; una rete di collegamenti con le vie del mare e della collina, stazioni di smistamento, parcheggi sotterranei, interconnessioni con le metropolitane esistenti e con quelle all’epoca ancora da realizzare, per sviluppare una forma di mobilità pedonale realmente efficace.</p> <p>Questo contributo intende, per un verso, riportare alla memoria e conoscenza della comunità scientifica un episodio progettuale che, a pieno titolo, trova posto nell’ampia letteratura riguardante le grandi sperimentazioni per Napoli; per un altro, collocandosi in quell’ambito di interesse che integra dicotomicamente la rappresentazione del territorio, l’urbanistica e la trasportistica,&nbsp; intende mettere in evidenza la contemporaneità ed efficacia dello studio condotto nel 1984 per risolvere la mobilità a Napoli, integrandosi oggi perfettamente con il nuovo sistema infrastrutturale di cui si è dotata la città.</p> Claudia Cennamo, Gerardo Maria Cennamo ##submission.copyrightStatement## http://creativecommons.org/licenses/by/4.0 http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/7866 Fri, 30 Jul 2021 00:00:00 +0000 Letture & Ricerche http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/8274 <p>Letture &amp; Ricerche</p> ##submission.copyrightStatement## http://creativecommons.org/licenses/by/4.0 http://www.serena.unina.it/index.php/eikonocity/article/view/8274 Fri, 30 Jul 2021 20:12:32 +0000