Casane e casanieri: attività e proprietà dei Lombardi nei Paesi Bassi borgognoni (secoli XIV-XV)

Main Article Content

Federico Cannelloni

Abstract

L’articolo intende evidenziare le caratteristiche principali del credito garantito dai Lombardi sottolineandone la diversificazione e le funzioni che esso assolveva all'interno dei mercati del denaro dei Paesi Bassi meridionali. Inoltre si proverà a localizzare gli edifici utilizzati, sia come residenze private che come banchi, in alcune città dei Paesi Bassi meridionali (Anversa, Bruges e Gand) nel periodo della lunga dominazione borgognona su Fiandre e Brabante (1384-1482). Inserendosi in tal modo all'interno delle più recenti riflessioni storiografiche riguardanti il tema dei prestatori piemontesi e, più in generale, degli spazi urbani occupati da minoranze nazionali stanziali, la ricostruzione delle attività creditizie e delle scelte insediative dei Lombardi permette di sottolineare da un lato il loro reale grado di integrazione sociale e la libertà di cui godevano sui mercati immobiliari e dall'altro lato i modi in cui essi adattavano i loro modelli insediativi alle peculiarità economiche, finanziarie e sociali delle varie realtà urbane ospitanti. Si mostrerà quindi come i piemontesi occuparono, a volte per secoli, stabilimenti dalle grandi dimensioni posti in zone centrali e/o ad alta densità commerciale con un tessuto economico-sociale propizio all'esercizio delle loro attività creditizie.

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Come citare
CannelloniF. (2014). Casane e casanieri: attività e proprietà dei Lombardi nei Paesi Bassi borgognoni (secoli XIV-XV). Reti Medievali Rivista, 15(1), 3-33. https://doi.org/10.6092/1593-2214/418
Sezione
Saggi