La Società storica friulana, la storia, le patrie

Main Article Content

Andrea Tilatti

Abstract

Il saggio illustra le principali figure di storici e i più ricorrenti temi della storiografia friulana tra la metà dell’Ottocento e il primo quindicennio del Novecento. Ne emerge la prevalenza di argomenti relativi al medioevo e di figure di cultori e appassionati di storia, anche seri, ma privi di una formazione specifica. La svolta fu rappresentata dall’avvento di storici professionisti, come Pier Silverio Leicht e Pio Paschini. Essi studiarono e lavorarono nelle università italiane e, in Friuli, seppero avviare o animare riviste storiche innovative («Memorie storiche forogiuliesi»: 1905). La Società storica friulana, fondata da Leicht nel 1911, fu l’istituzione che raccolse i migliori storici locali e diede continuità e valore scientifico a tematiche tradizionali, orientate a usare il passato per esaltare temi patriottici (friulani e italiani) ormai  segnati dall’irredentismo, alla vigilia della grande guerra.

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Come citare
TilattiA. (2015) «La Società storica friulana, la storia, le patri»e, Reti Medievali Rivista, 16(1), pagg. 191-220. doi: 10.6092/1593-2214/447.
Sezione
Saggi in Sezione monografica - 2