Una Chiesa dell’impero salico. Piacenza nel secolo XI

Main Article Content

Ivo Musajo Somma

Abstract

Tra i secoli X e XI, nel passaggio dall’episcopato dell’italo-greco Giovanni Filagato a quello del lombardo Sigifredo, a Piacenza si radicava il culto di santa Giustina di Antiochia, destinato a divenire un importante elemento della locale identità ecclesiale. Gli anni del vescovo Sigifredo segnarono profondamente l’assetto cultuale e istituzionale della Chiesa piacentina, nella quale, com’è dimostrato, tra l’altro, dalla tradizione memoriale del monastero di S. Savino, erano attivi molteplici influssi riformatori. Solidamente incardinata nel quadro dell’impero salico e caratterizzata nei suoi connotati ecclesiali, politici e culturali dai tratti più tipici di quella particolare stagione della civiltà europea, Piacenza, sotto la guida energica del vescovo Dionigi, si avviava a svolgere un ruolo di primo piano nel drammatico conflitto che sarebbe divampato nella seconda metà del secolo XI.

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Come citare
Musajo SommaI. (2011). Una Chiesa dell’impero salico. Piacenza nel secolo XI. Reti Medievali Rivista, 12(2), 103-150. https://doi.org/10.6092/1593-2214/328
Sezione
Saggi