Focus e ambito

SigMa Rivista di Letterature comparate, Teatro e Arti dello spettacolo è la rivista scientifica internazionale dell’Associazione Sigismondo Malatesta pubblicata con periodicità annuale. Si distingue per l’adozione di una prospettiva comparatistica e interdisciplinare. Accoglie studi incentrati sulla letteratura, il teatro, il cinema e le arti visive, considerati nella loro dimensione diacronica e sincronica; privilegia il dialogo inter artes e il confronto tra modelli teorici. Promuove il dibattito scientifico ai livelli più elevati, a partire dalla riflessione sulle tendenze teoriche e metodologiche emergenti, delle quali misura prospettive e possibilità applicative, senza trascurarne le relazioni con i modelli della tradizione.

Lingue di pubblicazione
SigMa pubblica prevalentemente in italiano, ma accoglie lavori anche in altre lingue europee ed extraeuropee.

Tipologia degli articoli e loro estensione
La rivista pubblica contributi scientifici originali, previo parere favorevole da parte di revisori anonimi, su temi relativi alle letterature e alle altre arti europee ed extraeuropee. Ogni numero si articola in una sezione monografica, di volta in volta destinata ad accogliere gli esiti dei Laboratori, delle Ricerche o dei Seminari malatestiani, la cui cura viene affidata ad uno studioso esperto dei temi trattati. A essa si affianca una sezione di Varia che ospita i contributi liberamente sottoposti dagli autori all’attenzione della rivista e che, come nel primo caso, sono soggetti a processo di valutazione tra pari. Gli articoli devono avere un’estensione massina di 40000 caratteri (comprensivi di spazi, note e bibliografia finale) e devono rispettare rigorosamente le norme editoriali previste dalla rivista, pena la loro esclusione dalla pubblicazione, anche nel caso in cui abbiano ricevuto una valutazione positiva. Oltre alle menzionate sezioni, la rivista prevede una serie di Rubriche finalizzate a rappresentare diverse aree e modalità del dibattito scientifico (Discussioni e Biblioteca Malatesta) o dell’attualità critica e culturale (Interviste e Scenari).

Processo di Peer Review

La prima valutazione dei contributi viene realizzata dai curatori delle sezioni, al fine di stabilire la loro adeguatezza alle linee tematiche della rivista e la loro rispondenza a requisiti minimi di qualità. Il Comitato di Redazione invia gli originali, in forma anonima, a due valutatori i quali possono essere membri del Consiglio Scientifico della rivista o esterni ad esso. In presenza di pareri notevolmente discordanti, viene richiesta una terza valutazione. Sulla base delle relazioni ricevute, vengono comunicati agli autori i risultati della valutazione, motivando la decisione finale (rifiuto o accettazione) e richiedendo, attraverso precise indicazioni, le modifiche da apportare al contributo. Una volta che l’autore avrà effettuato le modifiche suggerite, il lavoro sarà nuovamente valutato dal curatore della sezione, con l’ausilio di altri componenti del Comitato di Redazione.

Open Access Policy

Questa rivista fornisce accesso aperto ai suoi contenuti, ritendendo che rendere le ricerche disponibili liberamente al pubblico migliori lo scambio della conoscenza a livello globale.