Parigi, ‘n’est-ce que ça?’: Desiderio e quotidiano in un romanzo di Andrea Inglese

  • Andrea Accardi CPIA Palermo 1
Parole chiave: Parigi, desiderio, delusione, Girard, punk

Abstract

Parigi è un desiderio propone la lotta di un soggetto con il proprio fantasma, avveratosi nella figura centrale della Ville lumière, che si rivelerà però deludente alla prova dei fatti. Proprio il quotidiano, anche a Parigi, diventa così l’ambito in cui sperimentare il fallimento parziale delle illusioni, quando il lavoro si fa frustrazione e la passione cambia in routine. Ho quindi provato a indicare in questo libro la propaggine più recente di una lunga serie di delusioni che attraversa la letteratura moderna, e a notare la somiglianza che accomuna il personaggio punk con il dandy proustiano.

Downloads

Download data is not yet available.

Biografia dell'Autore

Andrea Accardi, CPIA Palermo 1

Andrea Accardi è nato a Cagliari nel 1984. Si è laureato in Letterature e filologie europee all’Università di Pisa nel 2008. Sempre a Pisa ha conseguito nel 2012 un dottorato in Letteratura francese, studiando il primo teatro di Maurice Maeterlinck. I suoi principali interessi di ricerca riguardano la letteratura francofona belga e il periodo fin de siècle. Ha pubblicato sulle riviste «Les Lettres romanes» e «Esperienze letterarie». È curatore del Terzo Quaderno della Scuola di Dottorato in Letterature e Filologie Moderne dell’Università di Pisa, uscito nel 2013. Fa parte della redazione del sito letterario Poetarum silva. Ha pubblicato nel 2019 Frattura composta di un luogo presso Ladolfi editore.

Pubblicato
2019-12-27
Come citare
Accardi, A. (2019). Parigi, ‘n’est-ce que ça?’: Desiderio e quotidiano in un romanzo di Andrea Inglese. SigMa - Rivista Di Letterature Comparate, Teatro E Arti Dello Spettacolo, (3), 281-302. https://doi.org/10.6093/sigma.v0i3.6545
Fascicolo
Sezione
Sezione monografica I