Joseph Conrad: tanti paesaggi, un unico spazio

  • Alessandro Serpieri Università di Firenze
Parole chiave: descrizione, Joseph Conrad, romanzo

Abstract

Il presente contributo era stato pubblicato nel volume Raccontare e descrivere. Lo spazio nel romanzo dell’Ottocento, a cura di F. Fiorentino, Bulzoni, Roma 1997, pp. 193-209 («I libri dell’Associazione Sigismondo Malatesta. Studi di letteratura comparata e teatro», IX).

Downloads

Download data is not yet available.

Biografia dell'Autore

Alessandro Serpieri, Università di Firenze

Alessandro Serpieri (1935-2017) è stato Professore ordinario all’Università di Firenze. È stato presidente dell’Associazione Italiana di Studi Semiotici dal 1979 al 1983, e dell’Associazione Italiana di Anglistica dal 1991 al 1993. Si è occupato soprattutto di drammaturgia e poesia inglese (tra gli altri, William Shakespeare, T.S. Eliot, Joseph Conrad). Oltre a numerose traduzioni, ha pubblicato Retorica e immaginario (1986), Mettere in scena Shakespeare (1987), On the Language of Drama (1989), Polifonia shakespeariana (2002), English Renaissance Scenes: From Canon to Margins (2008, con Paola Pugliatti). È stato, inoltre, autore dei romanzi Mostri agli alisei (1977) e Mare scritto (2007).

Pubblicato
2019-12-27
Come citare
Serpieri, A. (2019). Joseph Conrad: tanti paesaggi, un unico spazio. SigMa - Rivista Di Letterature Comparate, Teatro E Arti Dello Spettacolo, (3), 881-899. https://doi.org/10.6093/sigma.v0i3.6561
Fascicolo
Sezione
Dalla Biblioteca Malatesta