La struttura dello spazio artistico nella “Signora col cagnolino” di Anton Čechov

  • Marco Caratozzolo Università di Bari Aldo Moro
Parole chiave: Jalta, soglia, movimento, amore, mare

Abstract

Oggetto del presente studio è il racconto di Čechov La signora col cagnolino, di cui si propongono alcune ipotesi interpretative basate sulle teorie di Lichačev e Lotman relative alla percezione e rappresentazione dello spazio nel pensiero e nell’arte russi. Se visto nel prisma di tali categorie, il motivo della soglia in questo racconto di Čechov permette di far emergere alcuni elementi di originalità del testo di Čechov, elementi che fanno luce su aspetti imprescindibili del pensiero dell’autore, in particolare della sua idea della condizione umana. 

Downloads

Download data is not yet available.

Biografia dell'Autore

Marco Caratozzolo, Università di Bari Aldo Moro

Marco Caratozzolo è professore associato di Slavistica e insegna dal 2006 Lingua e Cultura russa presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro. È direttore scientifico del festival letterario ‘Pagine di Russia’ e dell'omonima collana di studi e traduzioni dal russo presso la Stilo Editrice. Ha scritto monografie, articoli e saggi su vari aspetti della letteratura russa, soprattutto su Dostoevskij e l’emigrazione russa in Francia e Italia. Ha curato la nuova edizione della commedia di Griboedov Che disgrazia l’ingegno (Marchese, 2017), per la cui traduzione ha ricevuto il Premio ‘Lorenzo Claris Appiani’; è inoltre autore dell’edizione critica dei ricordi di Gor’kij su Lenin (Lenin un uomo, Sellerio, 2018). Negli ultimi anni si è dedicato allo studio del retaggio di Tommaso Fiore, con particolare attenzione alle sue idee sulla Russia, che sono state esposte nella monografia Tommaso Fiore e la Russia. Il riscatto degli oppressi tra meridionalismo e socialismo (Stilo, 2019). 

Pubblicato
2020-12-21
Come citare
Caratozzolo, M. (2020). La struttura dello spazio artistico nella “Signora col cagnolino” di Anton Čechov. SigMa - Rivista Di Letterature Comparate, Teatro E Arti Dello Spettacolo, (4), 641-661. https://doi.org/10.6093/sigma.v0i4.7502
Fascicolo
Sezione
Varia