La parola al cospetto della morte: il trattamento dell’eredità traumatica nell’“Orestea” di Anagoor

Parole chiave: Anagoor, Orestea, montaggio, teatro della memoria, estetica del frammento

Abstract

L’oggetto di studio di questo contributo è la messa in scena dell’Orestea nella rivisitazione di Anagoor. Fedele alla propria estetica, la compagnia mette in scena la trasmissione del dolore e del sentimento della vendetta che colpiscono, come una fatale eredità, le generazioni più giovani della casa degli Atridi. L’eredità traumatica si declina in scena seguendo tre vettori: la parola, l’uso dei corpi e le sovrapposizioni di immaginari in un unico spazio. Il contributo cerca allora di mostrare come l’estetica del frammento e il ricorso al montaggio siano non solo i principi compositivi della trilogia contemporanea, ma anche una suggestione poetica possibile per il superamento del trauma della perdita.

Downloads

Download data is not yet available.

Biografia dell'Autore

Silvia De Min, Sorbonne Université

Silvia De Min lavora attualmente in qualità di ATER all’Università Sorbonne di Parigi. È autrice di un volume dedicato allo studio delle didascalie teatrali (Leggere le didascalie. Narrazione, commento, immaginazione nella drammaturgia moderna, Archetipolibri, 2013) e di un volume dedicato alla compagnia teatrale Anagoor (Decapitare la Gorgone. Ostensione dell'immagine e della parola nel teatro di Anagoor, Titivillus, 2016). Una terza monografia, di taglio teorico (Ekphrasis in scena. Per una teoria della figurazione teatrale), è uscita nel 2017 per la casa editrice Mimesis. Tra i campi di interesse privilegiati c'è il rapporto tra teatro e arti visive, a partire dal XVII secolo fino all’epoca contemporanea.

Pubblicato
2021-12-20
Come citare
De MinS. (2021). La parola al cospetto della morte: il trattamento dell’eredità traumatica nell’“Orestea” di Anagoor. SigMa - Rivista Di Letterature Comparate, Teatro E Arti Dello Spettacolo, (5), 165-189. https://doi.org/10.6093/sigma.v0i5.8759
Fascicolo
Sezione
Sezione monografica