«Leggere Dante “da solo a solo”». Note in margine a La poesia di Dante.

Giuseppe Cantillo

Abstract


L’obiettivo di questo saggio è quello di ripercorrere l’estetica di Benedetto Croce a partire dal suo volume sulla poesia di Dante e, discuterne le sue coordinate fondamentali: l’autonomia dell’arte, la relazione tra la poesia e la non poesia, tra poesia e allegoria, tra intuizione e percezione, tra intuizione ed espressione, ecc. È inoltre straordinario il raffronto critico tra l’estetica di Croce e l’estetica di Kant e di De Sanctis.


Keyword


Croce, Dante, Poesia, estetica

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.6093/1593-7178/2134

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aunina-12697

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Bollettino Filosofico è pubblicata dal Centro di Ateneo per le Biblioteche dell'Università di Napoli Federico II e realizzata con Open Journal System | Direttore responsabile: Pio Colonnello | ISSN 1593-7178 | © 1978 | E-ISSN 2035-2670