Croce. Oltre la "Metafisica della mente". La filosofia come "storicismo assoluto"

Aniello Montano

Abstract


Il saggio intende evidenziare e chiarire l’accusa di “metafisica della mente”, indirizzata alla tradizione del pensiero originata in Germania e continuata dalla scuola hegeliana italiana. Il pensiero puro di Spaventa e l’agire puro di Gentile, per Croce, non sono intesi come vita spirituale di soggetti concreti, ma entità presunte nella loro trascendente purezza e unità, lontano dalla vita reale e perciò considerate espressioni di una tensione religiosa, quasi mistica. Questa concezione dello spirito ha impedito a Spaventa e Gentile di elaborare una visione corretta della realtà e della vita e maturare giudizi appropriati a riguardo, capaci di chiarire l’attività pratica. Per Croce, comunque, la filosofia è “storicismo assoluto”, pensiero di uomini moralmente motivati, in stretta relazione con la vita e che si occupano dei problemi di uno specifico e preciso momento storico.


Keyword


Croce, Spaventa, Gentile, storicismo

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.6093/1593-7178/2146

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aunina-12709

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Bollettino Filosofico è pubblicata dal Centro di Ateneo per le Biblioteche dell'Università di Napoli Federico II e realizzata con Open Journal System | Direttore responsabile: Pio Colonnello | ISSN 1593-7178 | © 1978 | E-ISSN 2035-2670