Il rilievo dell’economia aziendale nella cognizione giurisdizionale: profili epistemologici nella disciplina delle false comunicazioni sociali

  • Raffaele Trequattrini
Parole chiave: falso in bilancio, accounting, informativa esterna d'impresa

Abstract

Il lavoro si pone l’obiettivo di indagare sul contributo che l’aziendalista è in grado di offrire nelle cognizioni giurisdizionali aventi a oggetto il reato di false comunicazioni sociali. Tale contributo è oggetto di dibattito in dottrina, anche a cagione delle numerose revisioni dell’impianto normativo susseguitesi negli ultimi anni, oltre che di interpretazioni giurisprudenziali spesso orientate in modo diametralmente opposto. Attraverso il confronto tra epistemologia e teoria del bilancio, l’Autore presenta una ricostruzione interpretativa del presupposto oggettivo del reato, suggerendo all’aziendalista una soluzione che tenga conto del nesso problematico tra verità e accounting. Si tratta, tuttavia, di una soluzione che rischia di rivelarsi meramente teorica, almeno finché il legislatore non decida di adeguare la disciplina avente a oggetto l’informativa esterna d’impresa ai più recenti risultati del dibattito scientifico in tema di teoria del bilancio.

Downloads

Download data is not yet available.
Pubblicato
2020-07-01
Come citare
Trequattrini, R. (2020). Il rilievo dell’economia aziendale nella cognizione giurisdizionale: profili epistemologici nella disciplina delle false comunicazioni sociali. Diritto Pubblico Europeo - Rassegna Online, (2). https://doi.org/10.6092/2421-0528/7021
Sezione
Atti del convegno "Processi cognitivi e cognizione giurisdizionale"