Alcune riflessioni finali, ma non conclusive, su scienza, bioetica, giustizia e politica

  • Andrea Patroni Griffi
Parole chiave: scienza, bioetica, giustizia, politica

Abstract

Il tema del rapporto tra scienza e diritto si declina in molteplici, possibili profili, come emerso nella ricca pluralità delle relazioni.
Cercherò di mettere sul tavolo, in quelle che non possono essere delle “conclusioni” per l’ampiezza e la natura del tema, alcuni “nodi” in particolare nella prospettiva delle questioni della bioetica e delle relative regole “tra legislatore e giudici” (si rinvia al mio Le regole della bioetica tra legislatore e giudici, anche per gli approfondimenti bibliografici).
Si tratta di un osservatorio che presenta un doppio rischio di patologia sia sul versante di un legislatore inadeguato o assente sia sul piano di un diritto giurisprudenziale, che talora tende a sfociare negli eccessi di un “giudice legislatore” o, peggio ancora dato il carattere scientifico delle questioni, di un “giudice scienziato”. Si potrebbero richiamare, a tale ultimo riguardo, alcune decisioni di giudici di merito, ad esempio, sul caso Stamina o sui vaccini e l’ipotizzata esperibilità di azioni di risarcimento. Ma vi sono anche casi di virtuosità nelle relazioni tra le diverse scienze sottostanti ai processi cognitivi dinanzi alla giurisprudenza, così come richiamati anche nelle relazioni.

Downloads

Download data is not yet available.
Pubblicato
2020-07-01
Come citare
Patroni Griffi, A. (2020). Alcune riflessioni finali, ma non conclusive, su scienza, bioetica, giustizia e politica. Diritto Pubblico Europeo - Rassegna Online, (2). https://doi.org/10.6092/2421-0528/7034
Sezione
Atti del convegno "Processi cognitivi e cognizione giurisdizionale"